Residenza Canevaro Conte

Storia della residenza

Un Ente, conosciuto e apprezzato nel tempo

L’ospedale del Comune di Zoagli venne fondato sotto gli auspici dell’Amministrazione Comunale, a seguito di una consultazione popolare, con la costituzione di un contratto promotore. Detto comitato, il 15 Giugno del 1872, con la proposta di pubblica sottoscrizione, iniziata dal Conte Giuseppe Canevaro, diede pratico avvio alla realizzazione dell’auspicato ospedale, con sede in Via Castello 133.

Venne eretto in Ente Morale il 10 Marzo 1878 e successivamente consegnato alla Congregazione di Carità

Durante il secondo conflitto mondiale, a seguito di bombardamento della città di Zoagli, l’Ospedale venne quasi totalmente distrutto. Terminata la guerra venne ricostruito, quale opera dipendente da danni bellici, nella sede attuale, dal Genio Civile di Genova.

I lavori terminarono nel 1956. Non riconosciuto “ente ospedaliero” ai sensi della legge 12/2/1968 n.132, svolge attività di assistenza agli anziani.

L’Ente, oggi definito Residenza Protetta, è autorizzato ad ospitare 55 anziani (40 non autosufficienti e 15 autosufficienti).

In attuazione delle disposizioni legislative in materia, con deliberazione del Consiglio di Amministrazione in data 10 Ottobre 2003 l’Ente ha assunto forma giuridica di Fondazione di diritto privato con la denominazione “Residenza Protetta Conte Canevaro”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi